Skip to main content

Il latte (di mamma) non è acqua

Care mamme che continuate ad allattare il vostro bambino oltre l’anno, o i due anni… o i tre anni…

Che vi sentite ripetere che oramai il vostro latte “è acqua”, che non è che un vizio che sta danneggiando la salute, i denti, il carattere del vostro bambino… (8)

Ecco per voi che, come me, percepite che quel vostro modo di restare ancora insieme scambiandovi doni preziosi e misteriosi… non può essere un male, la prova che aspettavate: il vostro latte, non solo non è acqua, ma è molto più “energetico” di quando avete iniziato l’allattamento. La crescita energetica (per contenuto di grassi) è progressiva e documentata fino almeno ai 39 mesi (1).

Il contenuto in grassi, tra gli 0 e i 39 mesi aumenta fino al 500%, anche se la quantità totale di latte è inferiore. Questo significa che una poppata è un pasto a tutti gli effetti a 3 anni come a 6 mesi.

(se hai fretta salta la parte azzurra)
Basti pensare che è stato effettuato uno studio che ha valutato un possibile rischio legato all’apporto in grassi saturi e quindi ad un possibile ruolo dell’allattamento prolungato nel favorire l’insorgenza di patologie cardiovascolari più tardi (9), ma tali perplessità non trovano un supporto nel mondo dei ricercatori, vuoi perchè lo studio è “viziato” da forti limiti di verificabilità dei dati, vuoi per l’assenza di una correlazione nota tra le “alterazioni” registrate e il rischio cardiovascolare… inoltre si legge nelle conclusioni  “le linee guida sull’allattamento prolungato non vanno modificate. Quello che va corretto non è senz’altro il naturale protrarsi dell’allattamento, per le madri ed i bambini che lo desiderano, ma l’educazione ad una corretta alimentazione”.

Dal canto mio non posso che notare come il latte sia (anche) un “filtrato del sangue materno” e ne rifletta la composizione in acidi grassi: mangiate grassi buoni, abbattete quelli saturi (animali) e quelli artificiali (grassi idrogenati… questi in particolare dovrebbero essere evitati come la peste sempre, dato che sono “arabo” per la nostra biochimica), in questo modo anche questo dubbio, per chi ce l’ha, sarà definitivamente fugato… anche a detta dei ricercatori più polemici…

Allattamento
Da sottolineare che sia l’accademia Pediatrica Americana che l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che l’Unione Europea, se da un lato raccomandano di un minimo di 6 mesi di allattamento esclusivo, non pongono un limite alla durata dell’allattamento, definendo genericamente (OMS e UE) anche fino ai due, ma anche  oltre, se la mamma ed il bambino lo desiderano.  In questi documenti si legge che sono sconsigliati altri tipi di latti iperproteici (vaccino e latti di crescita n.d.r.) fintanto che è disponibile quello materno.(2, 4)

Ma le buone notizie non finiscono qui:
esistono studi che correlano una maggiore durata dell’allattamento a migliore sviluppo cognitivo/comportamentale (11, 12, 13, 14), a minori disturbi relazionali e comportamenti antisociali(15) ed è recentissimo uno studio polacco che afferma testualmente che l’allattamento al seno aumenta il quoziente intellettivo (QI) dei bimbi, in maniera proporzionale alla durata dell’allattamento! (16)

Inoltre esistono studi che incoraggiano l’allattamento ben oltre i 6 mesi (raccomandati come periodo di allattamento esclusivo) e anche oltre l’anno, per ricadute positive su:

  • sistema immunitario (17, 18, 19, 20, 21, 22, 23)
  • allergie (24, 25, 26, 27)
  • salute mentale e attitudini sociali (28, 29)

(senza menzionare i vantaggi per la madre, come la prevenzione di alcune forme di cancro — seno e ovaio)

Una recente rivisitazione di studi biologici e aspetti culturali intorno allo svezzamento afferma che “allattare un bambino per un periodo che va dai 2 anni e mezzo fino ai 7 anni è normale per la nostra specie”(3)!!

Purtroppo noi mamme siamo bersagliate continuamente da pediatri, psicologi, educatori e gente comune che non ha una vera preparazione in merito ad allattamento e sviluppo psico-neuro-fisiologico infantile e viviamo in una cultura a basso contatto. In molti paesi allattare fino a oltre 2-3 anni è del tutto normale, così come il portarli addosso e il dormire insieme (argomenti che intendiamo analizzare da un punto di vista neuroscientifico, prossimamente).

A chi volesse approfondire il tema da un punto di vista psicologico suggerisco la lettura di un documento della psicologa perinatale Dr. Alessandra BertolottiAllattamento oltre i primi mesi: vizio o pregiudizio?“.

Allattare è assolutamente naturale.
Davanti ad un dubbio o ad una controversia scientifica io guardo sempre a cosa ha previsto la natura, non credo noi siamo in grado di fare meglio di lei…

Con quanto detto non intendo assolutamente portare una critica alle madri che non se la sentono, o non possono, o non vogliono, protrarre l’allattamento. Lo scopo di questo articolo è unicamente quello di fornire alle madri che desiderano continuare ad allattare, degli strumenti idonei per difendersi dalle ingerenze esterne

B.B.

  1. Fat and Energy Contents of Expressed Human Breast Milk in Prolonged Lactation
  2. American Academy of Pediatrics – Breastfeeding and the Use of Human Milk
  3. When to wean: biological versus cultural perspectives. Dettwyler KA
  4. Alimentazione dei lattanti e dei bambini fino a tre anni: raccomandazioni standard per l’Unione Europea
  5. Attachment parenting – Canada
  6. Breastfeeding as obesity prevention in the United States: a sibling difference model
  7. Breastfeeding is obesity prevention
  8. Breastfeed a Toddler?
  9. Duration of breast feeding and arterial distensibility in early adult life: population based study
  10. Mortensen EL, Michaelsen KF, Sanders SA, Reinisch JM. The Association Between Duration of Breastfeeding and Adult Intelligence. JAMA. 2002;287:2365-2371.
  11. Breast-feeding and cognitive development: a meta-analysis.
  12. Breastfeeding and Child Cognitive Development
  13. Breast feeding and cognitive development in childhood: a prospective birth cohort study.
  14. The biosocial correlates of neuropsychological deficits: results from the national longitudinal study of adolescent health.
  15. RELAZIONE ANNUALE Rettore dell’Università Jagellonica
  16. Breastfeeding and the Use of Human Milk
  17. Breastfeeding: A Guide for the Medical Profession
  18. Hanson LA. Immunobiology of Human Milk: How Breastfeeding Protects Babies. Amarillo, Texas:
  19. Bioactive factors in human milk.
  20. Immunologic components in human milk during the second year of lactation.
  21. Prolonged breast feeding, diarrhoeal disease, and survival of children in Guinea-Bissau
  22. Goldman AS, Goldblum RM, Garza C. Immunologic components in human milk during the second year of lactation. Acta Paediatr Scand. 1983 May;72(3):461-2.
  23. Breastfeeding and Allergy: The Evidence
  24. Effects of early nutritional interventions on the development of atopic disease in infants and children: the role of maternal dietary restriction, breastfeeding, timing of introduction of complementary foods, and hydrolyzed formulas.
  25. Savilahti E, et al. Prolonged exclusive breast feeding and heredity as determinants in infantile atopy. Arch Dis Child. 1987 Mar;62(3):269-73.
  26. Breast-feeding, infant formulas, and the immune system
  27. The long-term effects of breastfeeding on child and adolescent mental health: a pregnancy cohort study followed for 14 years.
  28. Psychomotor and Social Development of Breast Fed and Bottle Fed babies During their First year of Life.

 

23 thoughts on “Il latte (di mamma) non è acqua

  1. ho una bimba di 22 mesi che allatto e che ho intenzione(se lei vorra’) di allattare ancora a lungo. Non e’ semplice spiegare alla gente la mia scelta, ma non importa noi siamo felici e serene. L’ allattamento e’ meraviglioso

    1. Anche io allatto il mio bimbo da 22 mesi e i miei suoceri definiscono morboso il mio rapporto con lui….ma sono solo dei bigotti paesani….e mia suocera non ha allattato i suoi figli…quindi che ne sa…..

  2. ho allattato per 34 mesi, finché mio figlio non si é scordata la tetta..lo rifarei con piacere, é stata un’esperienza meravigliosa. A chi mi diceva che era un mammone, rispondevo che era semplicemente bambino!

  3. “… davanti ad un dubbio o ad una controversia scientifica io guardo sempre a cosa ha previsto la natura, non credo noi siamo in grado di fare meglio di lei…” condivido in pieno!!!
    che gioia! 😀 sono capitata in un posto pieno di spunti interessantissimi!
    a presto!!

  4. Buongiorno, anch’io allatto mia figlia che ha 17 mesi e ho intenzione di farlo ancora x molto 🙂 dormiamo pure insieme e tutto questo è decisamente unico e meraviglioso.. Tutti hanno da ridire, ognuno da’ il suo consiglio, ma seguo sempre il mio istinto materno, grazie a Dio mio marito ha una grande sensibilita’.. 🙂 Soo contenta anch’io di aver trovato questo sito che sarebbe interessante x tutti 🙂 A presto! <3

  5. io ho una bambina di 2 anni e 8 mesi e un bambino di 6 mesi e mezzo, che allatto entrambe, non ho mai smesso neanche in gravidanza, dormo insieme ai miei figli e me ne frego di quello che dicono gli altri.

    1. Brava, e grazie!
      io ho un bambino di 14 mesi che allatto ancora, però solo quando si sveglia la notte e talvolta quando si sveglia d’improvviso durante il giorno.
      sono incerta se smettere o no perché sono in attesa di un 2do bambino che nascerà a febbraio e non so se riuscirò ad offrirgli la mia presenza se dovessi partorire di notte.
      un abbraccio
      Cornelia

  6. Ho appena finito l’allattamento, appena dopo i tre anni e mezzo del mio bimbo. Lui era abbastanza pronto a smettere, ma se non avessi subito pressioni da tutte le parti me la sarei certo presa più comoda, e avrei smesso intorno ai quattro. E’ vero che bisogna fregearsene, ma quando son tre anni che te ne freghi…oh, bè, io cominciavo ad essere un po’ stufa. Tra le persone che mi hanno più volte detto di smettere: il mio compagno, la mia mamma, le maestre a scuola, le pediatre, le amiche, la mia ex datrice di lavoro…
    La cosa triste è che tutti fanno il tifo per la tetta i primi mesi, poi comincia gradualmente a scemare il consenso unanime e a farsi strada il “mah…”, che, passato l’anno di vita del pupo diventa “MA!!!”. Li si può zittire citando l’OMS, ma dopo i due anni si entra nella terra di nessuno…sono comunque fiera di me stessa e del mio bimbo, e con il prossimo figlio cercherò di “fregarmene” anche un più a lungo 🙂

  7. Ciao. Vi parla una mamma che ha allattato a lungo i suoi figli, fino ai 2 anni e subito tutte le pressioni sociali di cui sopra… io credo che ogni mamma sappia quando è il momento di “smettere”, ma credo pure che non sia onesto trincerarsi dietro a giustificazioni come quella della natura. In un mondo sovrastrutturato come quello in cui viviamo non possiamo ricordarci della natura solo quando ci fa comodo! Io mi sono resa conto che l’esigenza di allattare i miei figli da “grandi” era mia più che loro, che però li facevo soffrire di più essendo gran parte del tempo fuori per lavoro e questo legame fisico era un modo mio per sentirmi la più importante per loro, nonostante l’assenza. C’e anche l’aspetto sociale da considerare: non so se un bimbo di 4 anni sia a suo agio con gli amichetti che intanto si buttano a capofitto dagli scivoli mentre lui si attacca al seno della mamma o se debba fare questa cosa di nascosto a casa come se fosse proibita. Insomma ragazze, che ognuno faccia ciò che vuole ma attente a non guardare di sbieco una mamma che non ha potuto/voluto allattare. Siamo tutte Mamme nella stessa misura…

    1. Laura: dire che allattare è naturale non significa guardar male chi non allatta. E un bimbo di 4 anni di norma non si attacca al seno al parco giochi. 🙂

      1. Concordo mia figlia ha 4 anni e 4 mesi e continuo a darle seno ogni qual volta che me lo chiede,solitamente la sera prima della nanna o il mattino al risveglio o quando siamo sul divano a guardarci la tv,..insomma quando vuole ritagliarsi un momento di coccole solo nostro.Di sicuro quando gioca al parco,il suo ultimo pensiero è chiedermi il seno,preferisci di gran lunga fare quello che fanno tutti gli altri bimbi della sua età

    2. In fondo ho scritto qual’e’ lo scopo di questo articolo. non e’ mia intenzione criticare le scelte di nessuna madre. Appartenendo a quelle che ha scelto di allattare fino a quando il bambino decidera’ altrimenti, ed essendomi per questo sentita dire di tutto, da persone comuni e professionisti della salute, ho pensato di fare delle ricerche per rendermi conto delle conoscenze che oggi abbiamo su questo argomento, di la delle “cose che si dicono”.
      Pare che allattare a lungo porti vantaggi al bambino, questo credo sia qualcosa che le madri devono sapere, di la delle loro scelte.
      Proprio 5 minuti fa ho trovato questa conferma, che integrero’ nel testo.
      Allattamento al seno oltre il primo anno di vita e benefici per lo sviluppo cognitivo, affettivo e relazionale del bambino

      A cura di: Tavolo Tecnico Operativo Interministeriale sulla Promozione dell’Allattamento al Seno
      http://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_2_1.jsp?lingua=italiano&id=2113.
      Penso che, quando si tratti di bambini, il mondo vada interpretato dal loro punto di vista e non dal nostro e che il bambino che prova vergogna a fare qualcosa non la fara’.
      Al contrario, impedirgli di fare una cosa sana e giusta, per soddisfare le idee sbagliate di altre persone, trovo che sia “sminuente” o persino “umiliante” per il bambino in quanto persona potenzialmente in grado di autodeterminarsi.
      Queste ultime sono, ovviamente, considerazioni troppo personali per estrapolarle, dettate anche dalla mia sensibilita’ di bambina che ha sofferto per situazioni simili, quindi e’ possibile che pecchi, al contrario, di “pedocentrismo”. 🙂
      Diversamente: se per la madre e’ arrivato il momento di smettere… e’ arrivato quel momento. Io lo rispetto.

  8. I miei bimbi di 16 mesi si attaccano anche al parco giochi dopo essersi buttati dagli scivoli! Non ho intenzione di smettere di allattarli per tanti motivi, non ultimo la possibilità di ‘gestirli’ contemporaneamente entrambi. Per gestirli intendo addormentarli, calmarli, rassicurarli, coccolarli ecc.
    Nessuno mi critica, che io sappia, solo che mi piacerebbe che le poppate non fossero così frequenti: non le ho mai contate, saremo oltre le 8, moltiplicate per due. A me piace ma alle volte vorrei venissero da me per un bacio, un abbraccio … e invece puntualmente la manina finisce per tirarmi fuori un capezzolo. Chissà se mi daranno un po’ di tregua prossimamente.

  9. ho allattato la mia bimba fino a cinque anni e tre mesi. ho smesso perchè mi sono resa conto che non avevo davvero piu latte…è stata dura sopportare critiche e piangere ogni volta ma ora sono felice di averlo fatto. dai due anni in poi la mia bambina ha deciso (autonomamente) di non voler piu essere allattata in pubblico(era diventata una cosa privata tra noi due) e non ha MAI smesso di giocare al parco per chiedere la tetta.ora mi dicono che è una bambina molto forte, una forza di spirito, di animo, di vitalità: forse non è solo quello ma sono certa che i cinque anni di latte della mamma hanno fatto la loro parte

  10. Ciao, ho una figlia di due anni e mezzo e allatto ancora, ci sono giorni che vorrei smettere di allattare , ma poi guardo mia figlia e mi rendo conto che entrambe non siamo pronte, nn sopporto più le persone vicine e lontane che criticano la mia scelta di continuare l’allattamento e dicono che è troppo legata a me per via del seno, ma secondo voi un figlio a chi deve essere legato? I bambini sono tutti mammoni, se lo sono i grandi figuriamoci i piccoli.
    Sono fiera di allattare ancora mia figlia

  11. Io ho una bimba di 19 mesi e allatto ancora con allegria, tanti mi hanno giá detto che lei é grande ma io lo trovo bellissimo é un momento di intimitá fra noi due. Non ho intenzione di smettere di allattarla per il momento credo che sia una cosa che succederá normalmente quando sará il momento giusto

  12. Ho un bambino che tra qualche giorno avrà un anno lo sto allattando e spero di continuare per molto ancora…ora so cosa rispondere a chi dice:”il tuo latte è acqua”!!!!Grazie!!!

  13. Sono una mamma di 4 figli, li ho allattati tutti fino ai 12/14 mesi… L’ultimo ha 15 mesi e lo all’atto ancora. Devo ammettere che ci sono giorni che vorrei smettere e giorni che invece guardandolo vorrei allattarlo per sempre! 😀

Rispondi